26 gennaio 2017, ore 20.30
Auditorium Parco della Musica, Sala Sinopoli, Roma

Voce narrante: Peppe Servillo

Il concerto propone, in prima assoluta, un repertorio tipico degli Anni Trenta: jazz, kabarett, canzonette, avanspettacolo, un tipo di musica molto presente a Ferramonti, dove si ritrovano compositori amici e compagni di studio di Kurt Weill, jazzisti e musicisti klezmer.
Ma ci saranno anche brani di musica classica, canto corale e pezzi tratti dal repertorio ebraico, tra cui uno struggente Kaddish; e una bellissima “Ciaccona” del compositore italiano Tomaso Antonio Vitali, scritta nel 1700: la partitura è stata ritrovata tra i molti documenti musicali di Ferramonti, raccolti dagli internati.

Straordinario il cast dei musicisti: Fabrizio Bosso, guest star apprezzata internazionalmente, con la sua tromba; e un gruppo di virtuosi come Vince Abbracciante alla fisarmonica, Giuseppe Bassi al contrabbasso, Seby Burgio al pianoforte; Andrea Campanella al clarinetto, Daniel Hoffman al violino, Eyal Lerner voce e flauto. Le voci sono quelle di Lee Colbert, Myriam Fuks, Giuseppe Naviglio. Con il Coro Petrassi e il Coro C. Casini dell’Università di Roma Tor Vergata, direttore Stefano Cucci.
Regia di Fabiano Marti.
Arrangiamenti musicali: Vince AbbraccianteGiuseppe BassiSeby Burgio.
Ricerca musicale di Raffaele Deluca.
Testi di Viviana KasamFabiano Marti.
Direzione artistica di Michelangelo Busco.
Consulenza storica di Carlo Spartaco Capogreco.

Peppe Servillo

Vince Abbracciante

Giuseppe Bassi

Fabrizio Bosso

Seby Burgio

Andrea Campanella

Lee Colbert

Myriam Fuks

Daniel Hoffman

Eyal Lerner

Fabiano Marti

Giuseppe Naviglio

In occasione del Giorno della Memoria, Serata colorata, rievoca le musiche composte e suonate dai musicisti internati a Ferramonti, uno dei più grandi campi fascisti della Seconda Guerra Mondiale. Nonostante le condizioni di privazione estrema, ferveva l’attività artistica, tra cui i concerti definiti Bunter Abend (Serata Colorata), vivaci intrattenimenti musicali in una baracca adibita a sala concerti. Una storia eccezionale di cui si sono quasi perse le tracce, che torna a vivere grazie all’imponente lavoro di recupero e ricerca musicale di Raffaele Deluca, musicista e musicologo del Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano.

Il concerto, che è il quarto consecutivo organizzato da Viviana Kasam e Marilena Citelli Francese per il Giorno della Memoria (i programmi delle edizioni precedenti sono disponibili su questo sito) ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è promosso dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, con il supporto della Regione Calabria e dell’Università Ebraica di Gerusalemme in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Il concerto sarà trasmesso in diretta e in videostreaming da Rai 5.

Con il patrocinio di

           

Promosso da      

 

Con il sostegno di

 

Organizzato da

        

 

Con il contributo di

                     

 

Si ringrazia la Signora Bettina Schwarz per il generoso contributo.

 

Media partner

Si ringraziano

Punto Musica
Closetomedia
Euroforum
Sandro Ghini
Luca Guariniello
De Luca Editori
Luisa Capelli
Elisa Rapisarda (segreteria di redazione).